• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Esteri

Offensiva Usa: 4mila marines nelle valli afgane

immagine

KABUL, Afghanista — La più grande operazione aerotrasportata dai tempi del Vietnam. Il presidente Obama ha autorizzato le forze Usa a lanciare l’offensiva «Colpo di spada» nelle valli a sud dell’Afghanistan.

Nella notte quasi 4.000 fra marines, altri militari americani e 650 soldati e poliziotti afghani sono penetrati a sud della valle del fiume Helmand, una roccaforte dei talebani. L’attacco, appoggiato dagli elicotteri e da una cinquantina di aerei, è la prima grande operazione dei marines dall’arrivo di 21mila rinforzi voluti da Obama in vista delle elezioni presidenziali del 20 agosto.
 
La valle dell’Helmand, ricca di coltivazioni di grano e oppio (da lì arriva metà della produzione afghana), è un enclave talebana che per anni ha resistito agli attacchi delle forze Nato guidate dalla Gran Bretagna.
 
Nella regione sono arrivati negli ultimi due mesi 8.500 marines. L’operazione «Khanjar» (questa la parola afghana per colpo di spada) si propone di strappare velocemente posizioni ai talebani e poi consolidare le difese. «Dove andremo, resteremo», ha assicurato il generale Larry Nicholson, che guida i marines in Afghanistan.
 
L’obiettivo è scacciare il ricordo della sconfitta del 2006, quando le forze inglesi nel distretto di Musa Qala furono respinte dai talebani che nel febbraio 2007 recuperarono il controllo della città e insediarono un loro governo.
 
WP
 
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.