• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Primo Piano, Sci nordico

In Val di Fiemme la “Rampa con i Campioni”, per affrontare le pendenze dell’Alpe Cermis come gli atleti del Tour de Ski

@LaVocedelTrentino

TRENTO — È una delle sfide più prestigiose dello sci di fondo e quest’anno andrà in scena in Val di Fiemme il 7 e 8 gennaio: il Tour de Ski porta con sè numerose iniziative capaci di coinvolgere dal primo all’ultimo degli appassionati di questo sport. A cominciare da quelle sportive, riservate a chi vorrà provare l’ebbrezza di affrontare le pendenze dell’Alpe Cermis grazie alla “Rampa con i Campioni”, la gara promozionale che domenica 8 gennaio si svolgerà per la settima volta sul medesimo tracciato dell’undicesimo Tour de Ski.

Il comitato organizzatore Nordic Ski Fiemme ha stabilito una quota di 25 euro fino al 4 gennaio per essere fra i protagonisti della “Rampa”; la lista ufficiale 2017 vede numerose “vecchie glorie” che desiderano tornare ad indossare gli sci stretti: lo scorso gennaio è toccato a Jürg Capol, uno degli ideatori del Tour de Ski, mettersi alla prova, mentre questa volta toccherà all’altro fondatore Vegard Ulvang sfidare la pista Olimpia III.

Si schiererà ai nastri di partenza anche Tiit Pekk, nuovo responsabile FIS Marketing, insieme a Tobias Angerer, primo vincitore in assoluto del Tour de Ski, e a Katerina Neumannova, atleta straordinaria dal curriculum più poliedrico che mai, plurimedagliata nello sci di fondo ed anche nella mountain bike a livello agonistico. Entrambi tra l’altro sono in odore di “rivalsa”, avendo concluso la “Rampa con i Campioni” della scorsa stagione in seconda posizione assoluta, il primo dietro a Morten Saetha e la seconda alle spalle della nostra ‘leggendaria’ Antonella Confortola.

L’ebbrezza di gareggiare accanto a stelle di questo calibro è impareggiabile, la “Rampa con i Campioni” è un appuntamento che ‘scalda le nevi’ e l’atmosfera in vista della competizione regina di Coppa del Mondo.

I meno temerari potranno invece godersi tranquillamente le gare da bordopista, gustandosi musica, cibi tipici e tanto divertimento sfruttando le postazioni del Tour del Gusto.

Il via alle danze verrà dato venerdì 6 gennaio alle ore 21 al tendone delle feste di Lago di Tesero (TN) con Fiemme Folk sulle note della Dolomiten Bier Band, fra musica folk e balli della band trentina che in occasione dei Mondiali di Fiemme 2013 aveva composto il jingle “Jump & Go”.

Sabato 7 gennaio invece, sempre al Centro del Fondo di Lago di Tesero, i presenti saranno testimoni di una giornata da incorniciare. A partire dalle ore 11 si “aspetteranno gli atleti” con l’intrattenimento e la musica live dei Majazztic. Dalle ore 16.30 Après-Ski Race & DJ set con happy hour al tendone delle feste assieme al duo DJ & Vocalist Senselexx, mentre alle 18.00 Fiemme Rock & Roll fino a notte fonda con i CalamiJeans (gruppo reso celebre dalla canzone “Paruzzi” in occasione dei Mondiali 2003), gli Atrio e i Killibilly’s. Dalle 19.30 si mangia con pasta “Felicetti” gratuita per tutti fino ad esaurimento scorte.

Domenica 8 gennaio nuovamente grande festa con la “Rampa con i Campioni” di prima mattina alle ore 9.30 e poi spazio alle postazioni succulente del Tour del Gusto sulla pista Olimpia III, con sei box gastronomici dal fondovalle all’arrivo (gestiti da Taverna Aragosta, Molina per Aria, Ziano Insieme, Fiemme & Fassa Volley, US Cembra, US Dolomitica) che proporranno un menù a base di prodotti a km0 della Val di Fiemme e del Trentino.

Per chi volesse inoltre vivere il Tour de Ski da una posizione privilegiata, si può acquistare il pacchetto VIP Incentive. Per tutte le info aggiuntive inviare una mail a booking@visitfiemme.it.

Info: www.fiemmeworldcup.com

Articolo precedenteArticolo successivo

1 Comment

  1. Lo sci di fondo escursionistico( roba da pensionati o soci anziani delCAI ??), con sci stretti o laminati con pure talloniera amovibile, pelli autoadesive strette di fabbrica o artigianali( pelli a metraggio , tagliate per il lungo e con gancetto per la punta) o sciolina di tenuta..permette questi exploit da..tempo immemorabile.Per attirare i giovani basta appioppare un nome inglese..( Backcountry..o altro) e …praticarlo in dolce e allegra compagnia.
    Dopo le salite..se si trova un rifugio o agritur o baita..con prelibatezze e stufa accesa, meglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *