• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Primo Piano, Sci alpino, Turismo

Ad Arabba una nuova telecabina e l’ampliamento delle piste “Salere” e “Savinè”

ARABBA — Incastonata tra il Passo Pordoi e il Passo Campolongo, al cospetto del maestoso gruppo del Sella, la Ski Area Arabba-Marmolada vanta 63 chilometri di piste e 29 impianti di nuova generazione che accontentano tutte le categorie di sciatori, senza dimenticare che da qui si può accedere agli oltre 460 impianti e 845 chilometri di piste del Dolomiti Superski. Tra le novità della stagione, la telecabina a otto posti Portados che, sostituendo la vecchia seggiovia biposto, permette di percorrere il Sellaronda, di cui Arabba è un punto di partenza, in senso orario, saltando il ripido muro iniziale di Porta Vescovo. In questo modo, gli sciatori più esperti potranno godersi l’emozionante discesa senza preoccuparsi troppo di chi invece è più incline alla sciata turistica, e proseguire indisturbati verso le due piste più spettacolari del comprensorio, la “Sourasass”, che è stata oggetto di allargamento nel raccordo con Ornella, e la “Fodoma”. Si può scegliere anche il suggestivo Giro della Grande Guerra, oppure sfruttare il collegamento diretto con il ghiacciaio della Marmolada, a 3200 metri.

Per chi preferisce percorsi e piste meno impegnativi potrà risalire con “Portados” e di seguito utilizzare la seggiovia esaposto “Carpazza”, per poi scendere lungo la pista “Salere”, che quest’anno è stata portata da 35m di larghezza a 70m. In zona Pordoi inoltre sono state sostituite le sedute imbottite sulla seggiovia Lezuo-Belvedere e il sistema di sospensione, per aumentare il comfort di viaggio degli sciatori. Da segnalare l’aumento di portata oraria della seggiovia Campolongo-Bec de Roces da 2190 a 2400 persone, e l’ampliamento della pista “Savinè” nella più ripida parte iniziale.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *