• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Attualità, Primo Piano, Trento Film Festival

Il Trento Film Festival sceglie Goretta

Goretta è diventata anche un po’ trentina. Lei, che dalle campagne di Vicenza per amore, aveva seguito il “suo” Renato a Bergamo. Eh sì, perché Renato Casarotto aveva incontrato Agostino Da Polenza e nel 1976 con lui aveva salito una delle pareti più difficili delle Ande: la sud dell’Huandoi. Da lì lo spostamento di Renato verso occidente, vicino a Milano e a Torino, dove era più facile trovare modo di vivere di alpinismo.

Ma pensare che Goretta sia stata una moglie subalterna a Renato sarebbe un errore: donna minuta, ma dal carattere forte com’è quello delle donne che hanno le radici ben piantate nella terra.

Ora il Film Festival di Trento le ha voluto tributare l’onore di aggregarla tra i suoi Soci prestigiosi, tra cui svettano i nomi di Erich Abram, Armando Aste, Sir Chris Bonington, Kurt Diemberger, Cesare Maestri, Sergio Martini, Pierre Mazeaud, Roberto Sorgato e i compianti Walter Bonatti, Riccardo Cassin e Bruno Detassis.

Goretta Traverso, che per la montagna ha sempre avuto un amore autonomo da quello di Renato, anche se ovviamente sovrapposto proprio perché di molte imprese del marito è stata l’indispensabile sostegno organizzativo e morale. Era una certezza anche in termini di sicurezza averla al campo base e per questo Renato l’aveva voluta anche sulla vetta al Gasherbrum II.

Goretta è anche donna di cultura, socio Accademico del G.I.S.M. (Gruppo Italiano Scrittori di Montagna), ha pubblicato diversi libri, tra i quali, “Goretta e Renato Casarotto, una vita tra le montagne” (De Agostini, 1996) con la presentazione di Walter Bonatti, che si guadagnò la finale del Premio “Bancarella Sport” nel 1997; “I monti di ghiaccio” (GET, 2001, Torino); “La via della montagna, un cammino possibile” (Priuli & Verlucca, 2008, Scarmagno, Torino).

Complimenti a Goretta ed anche al Film Festival di Trento per la scelta.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *