• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Ambiente, Primo Piano, Ricerca

Il ritiro dei ghiacciai montani è certamente causato dall’uomo

Uno studio dell’Università di Washington, pubblicato sulla rivista Nature Geoscience, sostiene che al 99% il ritiro dei ghiacciai alpini è causato dal cambiamento climatico derivante dalle attività umane.

Conclusioni che aggravano la situazione prospettata invece dall’ultimo rapporto dell’Ipcc, il panel Onu di esperti del clima, che affermava che la connessione tra uomo e ritiro dei ghiacciai montani fosse solo “probabile”.

I ricercatori di Washington hanno preso in considerazione 37 ghiacciai equamente distribuiti in cinque regione terrestri (Nord America, Europa, Scandinavia, Asia ed emisfero meridionale), osservando come le probabilità che il ritiro sia una variazione naturale sono minori dell’1%; in alcuni casi, come per il ghiacciaio austriaco Hintereisferner, che dal 1880 si è ritirato di 2,8 chilometri, siano inferiori dello 0,001%.

Secondo la ricerca è quindi “praticamente certo” che questi ghiacciai siano “incredibilmente lontani dall’essere quello che sarebbero stati in un clima pre-industriale”.

Articolo precedenteArticolo successivo

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *